sabato 18 novembre 2017

Ulteriori foto (e un filmato!) della prima uscita all'aria aperta del nuovo Tupolev-160M2!

Ringraziamo immensamente il nostro contatto che ci ha "regaliato" della segnalazione grazie a cui abbiamo potuto recuperare nuovo materiale sulla prima 'uscita' del Cigno Bianco Tupolev-160M2, la nuova versione del più potente bombardiere strategico delle Forze Aerospaziali Russe.
Il Tupolev-160, quando era stato presentato ufficialmente, aveva sconvolto letteralmente gli osservatori occidentali, che per anni avevano pensato che l'URSS avesse abbandonato il concetto di bombardiere strategico per affidarsi completamente ai missili.

venerdì 17 novembre 2017

Quando la shariah...fa male! Meeting d'emergenza dei leader superstiti dell'ISIS bombardato dai Mig di Assad!

Il sito-web Al-Darar comunica che una riunione d'emergenza dell'ISIS, che ha convocato in una località supposta segreta nella parte di Provincia di Deir Ezzour ancora transitabile ai terroristi praticamente tutti i comandanti di grado, onde decidere una linea di condotta comune di fronte allo sgretolamento di quello che pomposamente tre anni fa si era dichiarato "Califfato" è stata bombardata dai jet siriani.

Abu Rokaya Faransi, Saddam al-Jamale e Hazem Barqash, rispettivamente capo militare, capo della sicurezza e membro del 'consiglio consultivo' del "Daash" erano presenti, insieme ai 'capi religiosi' Mola Hami, Haytham al-Qazi, Tak Tak, Foras al-Homsi nom de guerre Abu Ayesha, Abu Asma al-Shami, Abu Walid Faloujah, Abu Torab al-Turkistani, Abu Davoud al-Tajiki, Abu Talha al-Shishani.

MANI IN ALTO! Consegnate i vostri miliardi di petrodollari a questo signore, e nessuno si farà male!

La "purga" in corso ormai da molti giorni nel reame assoluto di Arabia Saudita sembra essersi rivelata in realtà una ENORME rapina a mano armata, il che conferma che, quando definivamo Riyadh un regime criminale e Casa Saoud una gang di grassatori e predoni diventati "teste coronate" non avevamo del tutto torto, anzi.

Infatti dignitari, miliardari, camerlenghi e principi minori bloccati e trattenuti nell'hotel Carlton della capitale si sono visti offrire la libertà in cambio della 'spontanea' donazione del 70 per cento dei loro patrimoni alle casse statali.

Anche il Tu-22M3 riceverà le stesse modifiche e migliorie del nuovo Tu-160!

Una volta che la produzione di nuovi bombardieri strategici a lunghissimo raggio Tu-160M2 sarà messa a regime, anche i "fratelli minori" Tu-22M3 inizieranno a ricevere versioni adeguate delle stesse migliorie apportate al "Cigno Bianco".

I Tu-22M3 così modificati diventeranno Tu-22M3M; la Kazan Aeronautica sarà in grado sia di ammodernare la flotta già esistente che di iniziare "ex novo" una produzione di modelli già dotati di tutte le migliorie.

Il Generale Qassem Soleimani visita Albukamaal e visiona le unità schierate e la situazione nei dintorni della cittadina!

Ancora una volta, Palaestina Felix riceve la conferma (da fatti assolutamente inconfutabili) che le proprie fonti sono di affidabilità e precisione estrema.

Infatti, riguardo alla questione se Albukamaal fosse ancora o meno occupata dall'ISIS, avevamo dichiarato che, a nostra conoscenza, una parte di essa poteva ancora ospitare gruppi di terroristi takfiri, ma sgretolati tra di loro e privi di qualunque struttura di comando e coordinamento.

Puntualmente, pochi giorni dopo, riceviamo notizia (e foto di accompagnamento, che mostriamo qui sopra) che il Generale dell'IRGC iraniana Qassem Soleimani, si é recato in visita alla cittadina siriana sul confine con l'Irak.

L'Esercito Irakeno completa finalmente la liberazione di Rawa! Ora l'ISIS non controlla più nulla in Irak!

Le truppe dell'Esercito Irakeno e le unità della Mobilitazione Popolare (Hashd al-Shaabi) si erano avvicinate alla cittadina di Rawa nel corso della preparazione dell'avanzata su Al-Qaim, negli ultimi giorni dello scorso ottobre.

Poi, l'urgenza di riconquistare quest'ultima località, "sigillando" così il varco di confine con la Siria e spezzando definitivamente gli scambi di armi, risorse e combattenti tra il ramo mesopotamico e quello siriano del 'Califfato', aveva fatto fermare le operazioni sull'ansa dell'Eufrate che separava i liberatori governativi dal centro abitato.