venerdì 9 ottobre 2015

Il Generale dell'IRGC Haj Hussein Hamedani é caduto vicino ad Aleppo: ONORE AL MARTIRE!!!

Comunichiamo ai nostri lettori con queste righe che il Brigadier Generale Haj Hussein Hamedani della Guardia Rivoluzionaria della Repubblica Islamica come molti prima di lui ha bevuto dalla Coppa del Martirio nella giornata di ieri mentre pattugliava in prima persona i dintorni di Aleppo per poter meglio istruire e consigliare i propri colleghi dell'Esercito e della milizia NDF siriana.

Attivo nella Rivoluzione Islamica fin dai suoi primi giorni entrò immediatamente nell'IRGC alla sua fondazione e già nel marzo del 1979 si trovava nel Nordovest del paese a combattere contro l'insurrezione separatista dei traditori curdi, che contribuì a schiacciare con un ruolo determinante nell'offensiva di Mahabad.

Quando Saddam Hussein, su ordine americano e saudita scatenò la sua aggressione contro la giovane Repubblica Islamica Hamedani contribuì con tutto il suo essere allo sforzo di difesa nazionale, spendendo diversi turni di servizio in primissima linea e guidando personalmente all'assalto le proprie truppe.

Dopo la conclusione di quel lunghissimo e durissimo conflitto Hamedani continuò a prestare servizio nella Guardia, combattendo le minacce interne e lo spionaggio di agenti venduti all'imperialismo con la stessa determinazione con cui aveva affrontato gli invasori saddamiti; nel 2009 ebbe un ruolo di rilievo nello schiacciare la testa della 'cospirazione colorata' che voleva gettare nel caos e nel disordine la Repubblica Islamica.

Il Generale Hamedani é morto della morte migliore, sul campo di battaglia aiutando le forze della Resistenza contro i servi dell'arroganza americana, turca, saudita e sionista.

18 commenti:

  1. Onore all'anziano e coraggioso generale!
    Nel frattempo però, Gerusalemme ha PRESO FUOCO!!!!!!!! III Intifada!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una grave perdita.. Si dovrebbe evitare una esposizione così pericolosa per quadri così importanti, anche se non conosco l'accaduto. Ma la perdita non sarà vana. La vittoria è vicina!

      Elimina
  2. Nessun giornalaio pennivendolo italiano stigmatizza la strage dei sionisti continuata e feroce che miete la migliore gioventù palestinese. VERGOGNA!! sono crimini di guerra contro civili disarmati!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come possono i media mainstream italiani stigmatizzare le stragi del regime sionista? Sono pressochè tutti i mano a filo-sionisti o proprio sionisti.

      Elimina
  3. Bisognerebbe suggerire di mandare alimenti con somma urgenza ai 250mila abitanti di Deir Ezzor : stanno morendo di fame ! Via aerea qualcosa deve arrivare urgentemente !!!

    RispondiElimina
  4. Se i tagliagole takfiri riescono ad uccidere un generale, ho forti dubbi che le cose vadano per il verso migliore in Siria, anche se personalmente me lo auguro per il popolo siriano.

    RispondiElimina
  5. Se non sbaglio cominciano ad essere parecchi gli ufficiali iraniani di grado elevato che muoiono in Siria. Da un lato, bisogna pensare che, tra gli iraniani, gli ufficiali e persino i generali non stanno a comandare dalle retrovie mandando a morire i soldati semplici.
    Da un altro lato, non è possibile che l'Isis abbia fonti di informazione particolarmente valide, da sapere esattamente dove stanno gli ufficiali iraniani ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tipo la cia e il mossad? Cos'è, scopriamo l'acqua calda?

      Elimina
    2. Non esageriamo adesso. Le perdite ci sono state ma non alte.

      Elimina
  6. Il generale è morto mentre era in auto nei pressi di Homs. Potrebbero essere stati i servizi segreti sionisti o semplicemente qualche traditore siriano che ha appunto tradito il generale...Parlo da non esperto, però questi omicidi mirati sono tipici dei sionisti...

    RispondiElimina
  7. Questo è un lavoro dei corpi speciali sttunitensi o di qualche paese NAto...Purtroppo ha ragione chi dice che non dovrebbero rischiare così tanto i vertici siriani...Era un gran combattente ed un simbolo fra le altre cose...

    RispondiElimina
  8. Hector Hammond9 ottobre 2015 20:27

    Onore al Generale ! Possa Dio accoglierlo in Cielo .

    RispondiElimina
  9. Onore al Fratello, il suo sangue è seme!
    I Comandanti Iraniani sono dei coraggiosi e mangiano lo stesso pane dei loro uomini, è così che si vince.
    Che la terra ti sia leggera Fratello Haj Hussein Hamedani e la tua Nobile Anima dal Paradiso segua chi è rimasto a combattere.
    Hurrà! Hurrà! Hurrà!
    Ivan Demarco Orlov

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GLORIA ETERNA AL COMBATTENTE PER LA CIVILTà
      CHE DIO POSSA RICOMPERSARLO CON UN POSTO IN PARADISO
      IN PIEDI....HURRà HURRà HURRà

      Elimina
  10. Non potendo agire quasi indisturbati nei cieli siriani grazie alla presenza russa adesso il Mossad agisce sul terreno e li - è dura da ammetterlo - sono tra i più esperti.

    T.B.

    RispondiElimina
  11. Onore al Comandante, morto combattendo.
    Per ogni combattente che muro, ne nascono cento.
    Per ogni fucile caduto cento spareranno ancora.
    Grazie a nome dell'Umanità, Generale.

    RispondiElimina
  12. Onore a te generale!!! Buon viaggio!!!
    Max

    RispondiElimina