giovedì 12 gennaio 2017

Mentre gli Irakeni sconfiggono l'ISIS a Mosul i curdi traditori si danno a mascherate 'zoroastriane'...

Delle molte versioni di cretini che infestano il mondo moderno, una specie particolarmente pestilenziale e molesta (quasi allo stesso livello dei furry) è costituita dagli idioti che pensano di poter 'resuscitare' religioni del passato, spesso senza saperne una beneamata fava.

Abbiamo così odalisti di tor pignattara, vikinghi di Canicattì, e 'pagani' che sacrificano (sacrificano?) a Quirino e a Cerere senza saper declinare manco "Rosa, Rosae...".


Nell'Irak del Nord-Est, dove vivono i codardi ed eterni traditori curdi, troviamo i famigerati 'curdi zoroastriani'.

La fede zoroastriana é stata importantissima nel passato, specie per la Persia, il cui antico impero si identificava pienamente in quella filosofia dualistica e nella fede di Zarathustra.

Ovviamente, nulla nello Zoroastrianesimo aveva MINIMAMENTE a che fare coi Curdi.

Perciò le immagini diffuse oggi riguardo la recente inaugurazione a Sulamaniyah di un 'tempio zoroastriano' ci fa solo ridere ed emettere sonore e rumorose pernacchie all'indirizzo dei curdetti 'new age' che non capiscono che le religioni del passato devono restare nel passato.

4 commenti:

  1. Non sò se vale la pena dare tanto peso ad una festa di ""quattro gatti".e sopratutto considerare i curdi come una entità unica!
    I curdi come noto sono divisi e sono una minoranza anche se in qualche luogo numerosa.Turchi,Siriani,Iracheni e Iraniani fanno il possibile per mantenerli divisi e loro si danno da fare per mantenere le loro correnti interne divise!
    Quindi non hanno un indirizzo univoco,ma tanti indirizzi! In teoria vorrebbero uno stato curdo ed una terra curda,poi fra il dire ed il fare....

    RispondiElimina
  2. La situazione ad Hasakah come sta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domanda ispirata leggendo DifesaOnline?

      Elimina
  3. ... Auhra Mazdà qualche seguace ce lo ha ancora, pure a Yazd!
    I maomettani non sono riusciti a cancellare tutta la cultura esistente in quella parte del mondo!

    RispondiElimina